Puglia - Lecce - Otranto

Ospitalità Italiana in Masseria, a due passi da Santa Cesarea Terme

  • Masseria
  • Agriturismo
  • 8 giorni / 7 notti
  • Bed & Breakfast

Il luogo è magico. Di fronte c’è la torre di S. Emiliano, la più suggestiva delle torri costiere salentine. All’orizzonte le falesie scoscese e ricoperte di mirto si tuffano in un mare incredibilmente azzurro, quello di Capo d’Otranto. Intorno pascoli e uliveti. Il silenzio è interrotto solo dalla voce della natura. Immersa in cinque ettari di pineta, macchia mediterranea e frutteto sorge questa bellissima Masseria, il luogo ideale per un soggiorno all’insegna della tranquillità e del buon gusto.
Il ristorante è in una ex stalla di inizio ‘900, con volte a stella e pareti in pietra leccese, ma con la bella stagione si mangia all’aperto, avendo d’avanti agli occhi il mare e la torre di Sant’Emiliano. Potete gustare le specialità del territorio, rivisitate dall’estro dello chef, che non si stanca mai di ricercare l’equilibrio dei piatti, di sperimentare nuove ricette e di sorprendere con menu originali.
Immersa in un ampio giardino, circondata da ulivi, la Masseria Panareo dispone di una piscina all'aperto con vista panoramica sulla campagna di Pulia. Offre gratuitamente la connessione Wi-Fi e il parcheggio. Le camere presentano uno stile country classico e molte presentano i soffitti a volta tipici della regione. 
La Masseria dispone di una piscina all'aperto con vista panoramica sulla campagna pugliese, dista 8 km da Otranto, a 3 km da Porto Badisco e 40 minuti di auto da Lecce.

Dettagli

Tra Otranto e Santa Cesarea Terme, lungo un tratto di costa spettacolare, sorge questa splendida Masseria. Potete soggiornare in una delle 18 camere o anche solo provare la cucina del ristorante che riserva piacevoli sorprese. Si respira un’atmosfera familiare e serena, piena di storia. Era collegata al monastero basiliano di San Nicola di Casole (1099), essendone il luogo di lavoro agricolo. Ne sono testimoni il corpo più antico della masseria (1200) e il sistema di grotte bizantine rinvenute nella tenuta. Altri fabbricati furono aggiunti alla casa colonica nel ‘700 e poi all’inizio del ‘900, come la stalla/granaio che oggi ospita il ristorante, e le “pajare” trasformate in camere.


Nel 1987, l'odierno proprietario, acquista un rudere nella campagna sul litorale tra Otranto e Porto Badisco. Il luogo è suggestivo: sorge su un promontorio che domina la valle della Grotta dei Cervi tra due torri aragonesi del ‘600, Torre S. Emiliano e Torre Minerva, oggi Parco Naturale Regionale. Anticipando lo sviluppo turistico del territorio salentino, con la moglie e i figli decide di restaurare la Masseria Panareo e trasformarla in luogo dell’ospitalità: nasce così l’albergo con 18 camere, il ristorante e l’azienda agricola, che prende il nome dai terreni acquisiti, in un secondo momento, nelle immediate vicinanze della Masseria.
È una bella storia di famiglia, che testimonia l’amore per la propria terra, il rispetto delle tradizioni, la passione per la buona cucina, la voglia di migliorare continuamente e di investire nella struttura, per renderla piacevole e funzionale. Qui l’ospite ha servizi su misura, efficienti e puntuali, attenzione al dettaglio e calda accoglienza. Grazie a questo nel 2008 questa Masseria ha ricevuto, da parte di Union Camere, il premio “Ospitalità Italiana”, come miglior Albergo d’Italia.


Attualmente è diretto e curato personalmente e privatamente sia per quanto riguarda l'ospitalità che nel settore ristorante, esperti di cucina tradizionale salentina. Deliziosi dolci della colazione e custodi delle vecchie tradizioni contadine: grazie a loro si produce l’ottimo olio extravergine d’oliva Cento Ceppi e gli ortaggi, che lo Chef utilizza nel ristorante.


Camere Standard
Camera matrimoniale con ingresso indipendente.
Superficie camera: 16 m²
Tipologia letti: 1 letto matrimoniale.
Servizi in camera: telefono, TV a schermo piatto, cassaforte, aria condizionata, scrivania, armadio/guardaroba, riscaldamento, zanzariera, doccia, asciugacapelli, prodotti da bagno in omaggio, bagno privato, bidet, minibar, sveglia telefonica, Wi-Fi gratuito


Camere Classic
Camera matrimoniale con ingresso indipendente.
Superficie camera: 23 m²
Tipologia letti: 1 letto matrimoniale.
Servizi in camera:
telefono, TV a schermo piatto, cassaforte, aria condizionata, scrivania, armadio/guardaroba, riscaldamento, zanzariera, doccia, asciugacapelli, prodotti da bagno in omaggio, bagno privato, bidet, minibar, sveglia telefonica, Wi-Fi gratuito.


Camere Comfort
Camera matrimoniale con ingresso indipendente.
Superficie camera: 23 m²
Tipologia letti: 1 letto matrimoniale.
Servizi in camera:
telefono, TV a schermo piatto, cassaforte, aria condizionata, scrivania, riscaldamento, zanzariera, armadio/guardaroba, doccia, asciugacapelli, prodotti da bagno in omaggio, bagno privato, bidet, minibar, arredamento da esterno, sveglia telefonica, intera unità situata al piano terra, Wi-Fi gratuito.


Camere Deluxe
Camera matrimoniale con ingresso indipendente, patio privato con vista giardino e vasca da bagno con idromassaggio.
Superficie camera: 25 m²
Tipologia letti: 1 letto matrimoniale.
Servizi in camera:
patio privato, vista giardino, telefono, TV a schermo piatto, cassaforte, aria condizionata, scrivania, riscaldamento, zanzariera, doccia, asciugacapelli, vasca da bagno con idromassaggio, prodotti da bagno in omaggio, bagno privato, bidet, minibar, arredamento da esterni, sveglia telefonica, intera unità situata al piano terra, Wi-Fi gratuito.


Suite
Questa Suite gode della vista sul mare e sulle torri aragonesi, dispone di balcone, ingresso indipendente, vasca da bagno e doccia con idromassaggio e cromoterapia.
Superficie camera: 40 m²
Tipologia letti: 1 letto matrimoniale.
Servizi in camera:
vista mare, balcone, telefono, TV a schermo piatto, cassaforte, aria condizionata, scrivania, riscaldamento, ingresso indipendente, zanzariera, doccia, asciugacapelli, vasca da bagno con idromassaggio, prodotti da bagno in omaggio, bagno privato, bidet, minibar, arredamento da esterni, sveglia telefonica, Wi-Fi gratuito.


Servizi: Piscina, Campo da Tennis, Parcheggio interno, Internet Wi-Fi, Bar

Date e prezzi
Prezzo
dal 24/04/20 al 31/03/21
Quota a persona in camera doppia Standard, 8 giorni 7 notti, voli esclusi, pernottamento e prima colazione, a partire da
€ 590
Incluso/Escluso

I prezzi si intendono a persona per il solo soggiorno. Trattamento in Pernottamento e Prima colazione 


Su richiesta quotazioni volo e trasferimenti in struttura. In alcuni periodi dell'anno è richiesto un minimo di 3 o 7 notti. 

La Quota Comprende
- Sistemazione in Camera Doppia 7 notti
- Trattamento di Pernottamento + Prima Colazione


La Quota non Comprende:
- Quota gestione pratica tour operator che include assicurazione medico bagaglio, obbligatorio
- Trattamenti Benessere facoltativi
- Supplementi facoltativi per le altre tipologie di camere
- Tassa di soggiorno, obbligatoria da pagare in loco
- Assicurazione annullamento facoltativa (quotazione su richiesta)
- Assicurazione integrativa copertura 100% spese mediche facoltativa (quotazione su richiesta)
- Volo se richiesto da tutti gli aeroporti italiani
- Trasferimenti, auto a noleggio, facoltativi
- Mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato alla "quota comprende"

Quotazioni su richiesta per periodi di Festività e Alta Stagione ( Natale, Capodanno, Epifania, Pasqua, Ponti, Agosto)

Appunti di Viaggio

Lecce è il trionfo del barocco, da scoprire con una passeggiata in pieno centro tra chiese, piazzette e palazzi che ne rivelano chiari segni. La Basilica di Santa Croce è un esempio straordinario del barocco leccese. Accanto c’è l’imponente Palazzo dei Celestini, risalente alla metà del ‘500, oggi sede della Provincia e della Prefettura, mentre a due passi si apre Piazza S. Oronzo dominata dalla Colonna sormontata dalla statua del santo, dall’Anfiteatro e dal Sedile. Le chiese sono davvero tante e tutte diverse: la Chiesa di San Matteo, la Chiesa di Santa Chiara, quella di Santa Irene e la Chiesa del Rosario. Da visitare il Castello Carlo V, sede di eventi e mostre, lo storico Teatro Paisiello (1870), le tre porte d’accesso alla città (Porta Rudiae, Porta Napoli, Porta San Biagio) e la splendida piazza Duomo, il salotto dei leccesi: è uno spazio scenografico su cui si affacciano la Cattedrale, il Vescovado, il Palazzo del Seminario della fine del ‘600, oggi sede del Museo Diocesano e il Campanile in stile barocco.

Otranto. La città più a oriente d’Italia ha uno splendido borgo antico, i suoi monumenti hanno quasi mille anni di storia: a partire dalla chiesetta bizantina di San Pietro. La Cattedrale, in stile romanico-pugliese, ha un prezioso mosaico pavimentale del 1163, che rappresenta un enorme albero della vita e la cappella dei Martiri con le reliquie degli otrantini decapitati dai turchi nel 1480. Appare imponente il Castello Aragonese a pianta pentagonale con tre torrioni cilindrici e un poderoso bastione che si spinge verso il porto. Da scoprire anche le valli intorno, come quella delle Memorie o dell’Idro che conservano testimonianze della civiltà rupestre, con cripte e ipogei, come quello di Torre Pinta. In 10 minuti, andando verso nord, si raggiungono le spiagge bellissime degli Alimini. A sud la costa ha un aspetto più selvaggio e incontaminato fino a Porto Badisco, un’insenatura naturale stretta e profonda immersa tra fichidindia e macchie di mirto

Gallipoli. È un incanto il borgo antico di Gallipoli, la città vecchia collegata alla terraferma da un ponte seicentesco. È bello passeggiare senza un itinerario per scoprire i palazzi fortezza, le tipiche case a corte, le mura, i bastioni, le piazzette e le tante chiese delle confraternite, come quella del Crocifisso, dell’Immacolata, di San Francesco e della Purità, che dà il nome anche alla piccola spiaggia antistante. Bello il Castello Angioino, maestosa la facciata barocca della cattedrale-pinacoteca di Sant’ Agata, interessante il Museo Diocesano e il frantoio ipogeo scavato nella roccia.

Grecìa Salentina. “Kalòs ìrtate stin Grecìa Salentina” è la scritta che dà il benvenuto nei paesi in cui fino a poco tempo fa si parlava il griko: Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia e Zollino. Sono luoghi ricchi di ricordi dell’antico passato, sospeso tra Medioevo e Oriente. Da visitare le chiese–convento, come quella degli Agostiniani a Melpignano, davanti alla quale si tiene ogni anno il celebre concertone della “Notte della Taranta”, i superbi castelli, come quello di Corigliano d’Otranto, i campanili di cui è splendido esempio la Guglia Orsini a Soleto e poi le case a corte, le pozzelle (cisterne pubbliche) e i tanti palazzi baronali.

Santa Cesarea. Santa Cesarea, rinomata stazione termale dal 1899, sorge a valle di una collina verdeggiante e vanta sul lungomare originali ville eclettiche, come Villa Sticchi, in stile moresco. È divenuta famosa grazie alle sorgenti di acqua sulfurea che sgorgano da quattro grotte vicine: Gattulla, Bagno Marina, Solfurea e Fetida. A qualche chilometro più a sud si apre la splendida località di Porto Miggiano, con un mare cristallino color smeraldo e un porticciolo scavato nella roccia, che sembra una piscina naturale.

Santa Maria di Leuca. Limite meridionale della penisola salentina, Santa Maria di Leuca ha uno dei fari più importanti d’Italia, costruito nel 1864 e alto 102 metri. Si narra che San Pietro, in viaggio per Roma, abbia fatto tappa qui e così il tempio dedicato alla dea Minerva fu trasformato in un luogo di culto cristiano: il Santuario della Madonna de Finibus Terrae, poi eletto a Basilica minore nel 1990. Tantissime grotte costeggiano tutto il litorale, tra i due promontori di Punta Meliso e Punta della Ristola, ricche di iscrizioni greche e latine, come la grotta “Porcinara” e di reperti neolitici come la grotta del”Diavolo”. 

Castro. Su una collina a strapiombo sul mare appare la città vecchia di Castro, arroccata tra la cattedrale romanica, le torri e il castello. La marina si affaccia su una delle insenature più belle della Puglia. È un borgo di pescatori dalle origini antichissime, come testimoniano scavi recenti che hanno portato alla luce i resti del “tempio di Minerva” e le grotte già abitate nella preistoria, dalla grotta Romanelli alla Zinzulusa, meraviglioso spettacolo di stalattiti che ai pescatori che vi entrarono apparvero come zinzuli, cioè stracci appesi.



Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!